Nadlišek (Trieste – Cattinara)

Aperta solitamente a inizio estate, questa osmiza localizzata a poca distanza dall’ospedale sembra essere un’istituzione per molti triestini, a giudicare dal volume della clientela. Ora, finalmente, arriva anche Frascheprivateosmize. Entrando dal portone sulla strada, si arriva in un ampio cortile su piu’ livelli, in parte ombreggiato da alberi. L’interno e’ abbastanza piccolo e spartano, e il cortile manca un po’ di atmosfera – si sente che siamo in citta’, e anche se siamo “per le alte” c’e’ poco panorama. L’offerta include un sottoguanciale che non siamo riusciti ad assaggiare, e i vari classici, dai prezzi perlopiu’ medi ma con qualche picco (crudo a 5 euro). Il servizio si destreggia bene nella gestione di un ampio numbero di avventori, ma a volte i resti dei clienti precedenti sono lasciati sui tavoli troppo a lungo. Il vassoietto di plastica contiene una selezione di salumi interessanti e ricchi di personalita’. Il salame, di colore rosato, vanta interessanti aromi di rado sperimentati, il lardo, dotato di una guarnizione di erbe, e’ ricco di gusti e retrogusti; anche se normalmente non siamo grandi estimatori dell’affumicato, la pancetta trova una sua vocazione in tale trattamento. L’ossocollo e’ solido ma meno memorabile. Sono anche disponibili tartine di lardo affumicato (eccellente il lardo, meno il pane) e di prosciutto. Anche a una prima visita, l’offerta mostra nel complesso una cura del dettaglio molto raccomandabile, e appare il frutto di una consolidata tradizione. Il vino, locale, si divide tra un uvaggio di Refosco un tantino amaro, anche se con gli affettati si fa bere, e un bianco piu’ che discreto e ben bilanciato. Tutto considerato, anche se c’e’ qualche difetto qua e la’, se non altro per gli affettati questa osmiza si becca l’endorsement di Frascheprivateosmize (o perlomeno della parte della redazione che ci e’ passata – voialtri non perdetevela).

Vivande: ****
Vino: ***
Ambiente: ***
Servizio: ***

Published in: on giugno 11, 2015 at 1:17 pm  Comments (2)