Lamagno (Basovizza / Bazovica)

La prima osmiza basovizzana che ci capita di recensire, anche se negli anni abbiamo fatto dei tentativi poi non andati a buon fine di visitarne una sulla strada per il confine. Questa, invece, si trova sulla strada in direzione Padriciano. Oltre il portale si apre un cortile fiorito e discretamente piacevole, seppur coperto in gran parte di teloni bianchi che danno al tutto un aspetto un po’ da sagra; altri tavoli più discostati godono dell’ombra di un albero. Abbiamo provato il raro sottogola, che vanta un forte sapore nocciolato, tipico del taglio, ma anche un eccesso di sale; un ossocollo discreto; e dei sottoli abbondanti e vari (ci sono anche il carciofo e le olive verdi – quest’ultime evidentemente esogene) ma un po’ pesanti, soprattutto perché andrebbero sgocciolati di più. Il giudizio parziale sul bianco (malvasia) è discreto, ma da confermare. Servizio rapido e prezzi al di sotto della media.

Vivande: ***
Vino: ***?
Ambiente: ***
Servizio: ****

Published in: on luglio 12, 2019 at 11:27 am  Lascia un commento