Briščak (Bristie / Brišče)

Nel remoto paesino di Bristie, situato a mezza strada tra Santa Croce e la strada provinciale del Carso, e che vanta una lunga storia di cartografi che si sono dimenticati di inserirlo sulle mappe, è aperto i primi dieci giorni di ogni mese per dieci mesi all’anno un locale ibrido di quelli che ci fanno tanto penare: ha la qualifica di agriturismo e perlopiù è classificato come tale da quelli che sanno della sua esistenza, ma serve quasi solo piatti freddi, ha un’aria più da osmiza che da ristorante, e quindi lo recensiamo. L’ambiente, va detto, non spicca per la bellezza, anche se si possono fare delle interessanti passeggiate nei dintorni. C’è un cortile di cemento in cui sono piazzati alcuni tavolini, e altri tavoli all’interno del locale, che è piuttosto grande ed emana effluvi di “brovada” che non tutti amiamo. La clientela, nella mia esperienza, ha spesso il sembiante del popolo minuto nei suoi aspetti meno gradevoli, cosa che magari non è colpa dei gestori ma influisce sull’esperienza complessiva. Le vivande non entusiasmano: abbiamo assaggiato formaggio, salame e un altro paio di cose, onesti ma nulla più, con un ombolo piuttosto insipido con prezzo sopra la media. Sono disponibili anche bibite, caffè e dolci; non abbiamo testato il vino. I prezzi perlopiù sono nella media delle osmize. Il servizio è rapido, ma il luogo non riesce a scrollarsi di dosso quest’impressione generale di antipatia.

Vivande: ***
Vino: s.v.
Ambiente: **
Servizio: ***

Published in: on gennaio 9, 2010 at 7:13 pm  Lascia un commento