Pravda

Si informano i lettori che noi manovratori del blog abbiamo deciso di cambiare un aspetto della nostra politica, o meglio di adeguarla a nuovi casi che si sono presentati: finora pubblicavamo qualsiasi commento, per quanto delirante, ci venisse inviato; d’ora in poi chi ci mandasse commenti completamente fuori argomento, o deliberatamente insultanti, o che ricordino lo stile di Maurizio Gasparri, sara’ brutalmente censurato.

slovenski prevod

Published in: on ottobre 18, 2010 at 10:24 PM  Comments (5)  

Cassina/”Al Vecchio Gelso” – Cortona (Ruda)

Da tanto la volevamo recensire, lo facciamo ora anche senza sapere il nome dell’esercizio (lacuna alquanto fastidiosa). Non preoccupatevi, Cortona non e’ Citta’ del Messico ed il posto si trova di fronte alla celebre osteria Altran.
Anche qui un agriturismo (stavolta con frasca) con vena popolare e popolosa (soprattutto nei sabato). L’offerta va dai vini ai salumi (apprezziamo sul menu il fatto che siano indicati i prodotti non provenienti dall’azienda) passando per il pane fatto in casa, talmente apprezzato da essere venduto anche per asporto.
Il vino si difende bene (provati dei discreti Refosco e Pinot Grigio) ed anche gli affettati fanno la loro figura (pancetta salame e compagnia bella, nella tradizione friulana), con il pane non semplice comprimario (bella crosta, mollica morbida e compatta, molto dolce).
Prezzi onesti, bel giardino, qualita’ buona: una garanzia.

Published in: on ottobre 10, 2010 at 6:55 PM  Comments (1)  

Benfatto – Redipuglia

Rompiamo un altro tabu’ del blog: recensiamo infatti l’ennesimo agriturismo che questa volta pero’ snobba la frasca per segnalare l’apertura (quasi sempre aperto i fine settimana). Perche’ allora inserirla?
Intanto perche’ prima di aprire l’agriturismo sulla strada Redipuglia – S.Pier c’era nel paese del sacrario un a rinomata privata gestita dai Benfatto, poi perche’ rimane una certa attidudine ad ospitare le anime in pena in cerca di un bicier accompagnato magari da una tartina.
Nonostante il locale sorga tra l’autostrada e una pista di motocross, la vegetazione ce ne risparmia la vista, e la casetta che ospita il locale sorge in mezzo ad un prato con diversi recinti per animali (fra l’altro l’azienda vanta l’allevamento di alcuni dei pochi esemplari superstiti di vacca pezzata rossa friulana). L’interno e’ raccolto, curato e con tocchi artistici di un certo gusto. Insomma, il locale riesce piacevole senza sconfinare nell’elegantismo.
Abbiamo assaggiato Pinot Grigio e Cabernet: il primo sfoggia un’ormai insolito colorito cipolla, un po’ ossidato ma tutto sommato piacevole, il secondo non ha una grande struttura ma resta comunque sopra la media dei colleghi.
Il cibo non l’abbiamo provato, da buoni privatari, abbiamo altre cose a cui pensare.

Published in: on ottobre 10, 2010 at 6:28 PM  Lascia un commento