Giordano e David Zahar (Sant’Antonio in Bosco / Boršt)

Apre questo settembre (2010) in quel di Boršt, al centro del paese sulla strada che poi sale verso San Lorenzo, un’osmiza piccola ma un po’ meglio curata della media dei dintorni. Entrate nello spazio interno (bruttino) e provate a ordinare con aria da connoisseurs. Ma. Questo blog non sostiene certo la sciatta autoindulgenza di quelli che arrivano in un’osmiza e dicono “la me fa un piatin”; però, in questa osmiza, un “piatin” è tutto quello che potete avere, in due versioni: con prosciutto (€ 7,50) e senza (€ 5,50). Non si accettano cioè ordinazioni dettagliate. Smaltita l’indignazione, però, potete accomodarvi nel piccolo accogliente cortile mezzo ghiaia mezzo porfido, con tavolini di tutte le fogge, coperto da una pergola e ben illuminato, e accorgervi che il contenuto del piatin (di ceramica) non è affatto male. Io ho preso la versione economica: salame deciso, salsiccia secca sicura di sè, pancetta ruspante tagliata a quadratini spessi, forse la migliore del gruppetto. Un passo indietro il formaggio, un po’ insipido, e le pur schiette olive del Carso, un tantinello acidule. Si serve anche pane con le olive, mai visto in osmiza ma una buona idea sempre che il materiale sia di produzione propria (non ho potuto determinarlo). Il pane è tagliato a fettine. Un po’ poco per un pasto, ma se si viene per assaggiare si può avere un’idea abbastanza precisa, e come detto abbastanza positiva, sull’offerta delle vivande. Non abbiamo testato il vino. Insomma, niente rivelazioni, ma se vi piace il genere di salumi senza fronzoli (niente cren, pepe e amenità, taglio alla viva là e po’ bon, eccetera) e un posto rilassato e senza pretese, l’osmiza vale una visita.

Vivande: ****
Vino: s.v.
Ambiente: ***
Servizio: **

Published in: on settembre 23, 2010 at 10:07 pm  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://frascheprivateosmize.wordpress.com/2010/09/23/ivan-e-david-zahar-santantonio-in-bosco/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Urge correzione:
    non: Ivan e David Zahar
    ma bensi: Giordano e David Zahar

  2. correzione piu’ completa del titolo e’:
    “Giordano e David Zahar (Sant’Antonio in Bosco – Boršt)”

  3. OK, il mio collega ha corretto. Comunque preciserei che la scelta dell’italiano nei titoli non e’ arroganza coloniale o mancanza di rispetto per la minoranza (maggioranza sul Carso) slovena, ma solo per farla piu’ breve e perche’ scriviamo in italiano. Adesso che il problema e’ stato sollevato, pero’, tocchera’ fare qualcosa: o bilinguismo per tutti o per nessuno. (Ma perche’ limitarci ai nomi dei paesi? Che ne dici, collega, hai voglia di fare le traduzioni in sloveno, o in dialetto carsolino, dei 140 articoli?)

  4. Ma no, niente di tutto cio’.
    In realta’ il nome ufficilale completo e’ proprio cosi’.

    Ma si, proviamo a tradurre qual’cosa dei 140 articoli.
    In che forma? da e-mail ad e-mail?

    Complimenti per il lavoro.
    Come da settimanale La Bora di un tempo.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: