Pozzar – Papariano

Continuiamo coi locali ibridi, agriturismo con ancora pero’ un anima fraschesca.
Venendo da Monfalcone, dopo il ponte di Pieris girate a sinistra seguendo il frasco verdeggiante. Immergetevi nei campi ai margini dell’isonzo e zigzagando arriverete all’agriturismo.
L’ambiente e’ molto curato con miriadi di attrezzi agricoli vintage alle pareti, anche il menu e’ molto ricercato, abbiamo addirittura accostamenti arditi tra cotechino e confetture di cipolle, formadi frant e miele ed altre amenita’. Non mancano ovviamente gli affettati e i piatti caldi di carne. La scelta di vini e’ ampia (DOC Aquileia) e di buona qualita’. Rileviamo anche qui che in Friuli l’ agriturismo esprime un po’ piu’ di fantasia dei colleghi bisiachi, che sembrano basarsi solo sul binomio vino/affettati. Spesso invece oltre Isonzo l’offerta produttiva aziendale e’ piu’ variegata (frutta, ortaggi, miele, confetture…).
La recensione completa resta in sospeso, dovremo tornarci con calma.

Aggiornamento: siamo tornati con calma. Testati i vini, con un rosso da dimenticare, un discreto Chardonnay e un buon rosato beverino molto apprezzato dagli avventori autoctoni. Validi gli assaggini (formadi frant con confettura di moscato, crodeghin con confettura di cipolle), gli insaccati e i dolci, meno bene le frittate.

Aggiornamento: confermiamo le valutazioni precedenti, e segnaliamo qualche altro esempio della fantasia del locale, che offre succhi di frutta fatti in casa, giardiniere di verdura e un ampio ventaglio di prodotti sott’olio, confetture e marmellate da portare via. Servizio migliorabile.

Published in: on marzo 7, 2010 at 7:24 pm  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://frascheprivateosmize.wordpress.com/2010/03/07/pozzar-papariano/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. volevo scriverne io: ci sono stato (di nuovo) proprio ieri l’altro con le pice.
    c’ero già stato con simonetta di critical wine. sui vini io (e all’epoca lei) non sono così entusiasta per quanto riconosco siano onesti. meglio gli affettati.
    ora hanno iniziato anche a collaborare con slow food leggendo la lista.
    certo maggiore fantasia che in biziakistan anche per i ricercati accostamenti tra formaggi e/o affettati e altre primizie.
    ottime le pesche del vicino spaccio ricordo.
    per i bimbi l’ideale tra il prato (con tanto di scivolo per i più piccoli) e le varie bestie dell’aia.

    • dovendo guidare mi son limitato a uno spritz bianco. Secondo alcuni saggi l’aggiunta dell’acqua frizzante al vino non pregiudica la valutazione dello stesso anzi. In un certo senso sono d’accordo: lo spritz rivela sempre se e’ fatto con un vino mediocre, per non parlare di uno cattivo (che rovina l’acqua). I miei compagni sembravano entusiati. Tornero’ in bici.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: