Le parole e le cose

L’indignazione quasi mi paralizza, ma sono riuscito a mettermi alla tastiera per cimentarmi nel genere dell'”editoriale virulento”. Ci è stato segnalato un fatto gravissimo, che rischia di avvelenare il clima e di offrire eventualmente una speciosa giustificazione a qualche squilibrato violento per passare ai fatti contro la nostra redazione; la regola, naturalmente, è: NON CRITICARE FRASCHEPRIVATEOSMIZE. Ebbene, pare che qualcuno Ci abbia definito un sito “inaffidabile” che dà notizie “inesatte”; non mi soffermo sulla sede di un tale inqualificabile commento, e mi limito a specificare che la sede in questione non si è certo distinta per la precisione o la completezza delle sue notizie, con l’ulteriore aggravante che si tratta di un sito dedicato appunto alle notizie, a mostrare quali osmize sono aperte in un dato momento. Quello che mi preme sottolineare è che Frascheprivateosmize NON è un sito di notizie sulle osmize, bensì principalmente di recensioni. Come ho già sottolineato nell’editoriale “Differenza e Ripetizione”, se capita (e capita) che le nostre recensioni contengano delle indicazioni sulla data di apertura di una data osmiza o privata o frasca che non sono corrispondenti all’effettiva apertura del locale hic et nunc, in questa precisa tornata, questo è connaturato e immanente all’idea stessa di un sito del genere e di un argomento del genere. In altre parole, non c’è alcun modo di sapere le date esatte di apertura e chiusura di una determinata osmiza, con l’eccezione di Medeazza (di cui abbiamo pubblicato la lavagnetta con le date). Quello che scriviamo a proposito delle date è semplicemente indicativo, e non ha alcuna pretesa di valere da un anno all’altro, o da una stagione all’altra, o perfino di essere necessariamente valido dall’oggi al domani, e questo è così perché, nella maggior parte dei casi, i padroni stessi dell’osmiza non sanno con precisione quando apriranno e quando chiuderanno (un paio di giorni fa ho sentito che Fabec “probabilmente” non riaprirà prima del 25 aprile, ma questo è quanto, dipende da come si mettono d’accordo i vari proprietari di osmize di uno stesso paese, da come procede la stagionatura dei prosciutti e da chissà quali altri imponderabili). Di tanto in tanto pubblichiamo delle notizie sull’apertura di osmize che riteniamo particolarmente interessanti, v. il pifferaio ai cancelli dell’alba, ma non abbiamo alcuna pretesa di sistematicità. Per chi vuole sapere esattamente quando sarà aperta un’osmiza, potete telefonare ai proprietari, o, se siete particolarmente temerari, affidarvi ai siti che le pretese di sistematicità, più o meno fondate, ce l’hanno; ma ribadisco che l’unico modo sicuro è quello di guardare (o farvi dire) se la frasca c’è o no. Questo è quanto.
Noi non ci faremo intimidire.
Si dà per inteso che il dandy da osmiza, la nostra figura di riferimento, sia in grado di apprezzare un’osservazione antifrastica quando la vede.

Published in: on dicembre 14, 2009 at 8:39 pm  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://frascheprivateosmize.wordpress.com/2009/12/14/le-parole-e-le-cose/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Sono parole sante ed esprimo la mia totale solidarietà verso la redazione di FraschePrivateOsmize. Mi sembra evidente che chi ha l’avventatezza di fare delle critiche proprio di questo tipo non ha capito assolutamente cosa sia un’osmizza né quale ne sia il senso culturale e territoriale.
    Il vostro sito è un progetto bello e necessario, perché valorizza luoghi i cui tanti pregi vivrebbero altrimenti soltanto nel passaparola. Mi è fonte di grande dispiacere che ci siano state critiche di un genere così, diciamolo, ignorante.

  2. Io appena stavo per ringraziarvi per questo sito di recensioni argute. Di fronte all’inevitabile comparsa di guide sull’osmize in rete, ho avuto una preoccupazione per questa cultura di spontaneita’ e l’esperienza materiale, temporale e non-mediata. (Infatti, non e’ stato uno dei suoi pregi che tali pregi vivano soltanto nel passaparola? ) Andar per osmize in macchina e’ abbastanza greggio, ma “andare” per l’Internet e qualcos’altro ancora! E’ stata una paura avverata, come avete osservato, altrove. Invece voi siete ovviamente degni studenti delle moltiplicita’…. (Sempre, scuse per il mio italiano forse difettoso.)
    Jonathan


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: