Budin (Sales / Salež)

Nuova apertura, un po’ a sorpresa, in quel di Sales, per un osmiza (o piuttosto “ristoro agrituristico”) che si presenta chiaramente come ambiziosa e orientata al mercato “borghese” – come per altro lo sono la maggior parte delle nuove arrivate, mentre alcune delle vecchie, per continuare a esercitare, si sono dovute dare una dose di botulino e praticare un “restyling” nella stessa direzione. Un aspetto, di contro, gradevolmente rustico, è il fatto che per arrivarci si devono fare una cinquantina di metri su una carrareccia non asfaltata che parte dal centro di Sales vicino al monumento ai caduti, e prende un po’ di quota. Si arriva a una casa recentemente ristrutturata proprio ai margini del paese, con vista su campi e boschi, e un interno arioso e nuovo con grandi vetrate, in stile Zidarich. Ci sono anche tavoli all’aperto sotto il portico, che immagino saranno ambiti in altre stagioni – per il momento sappiamo solo di questa apertura dicembrina. Per adesso l’interno risulta un po’ disadorno e asettico, nonostante il focolare, ma una volta che sarà un po’ più “vissuto” l’ambiente rivelerà il suo potenziale – in particolare per gli amanti del genere “finotto” (tra i quali troviamo anche parte di Frascheprivateosmize, ça va sans dire). L’offerta sembra di taglia media, e il fatto che già mancassero alcuni salumi suggerisce che la clientela ha apprezzato. Oltre allo sfuso, ci sono anche diverse bottiglie di vino da calice, che includono anche un inedito di cui non ricordo più il nome nonché il succo d’uva di Terrano, che sono entrambi rimasti inassaggiati per questa volta. La versione fermentata di quest’ultimo, in calice, è gradevole, con sentori di mora e una certa complessità in bocca. Il prosciutto crudo è forse ancora un po’ troppo fresco, ma si tratta senz’altro di un prodotto fatto bene. L’efficienza del servizio pare ancora migliorabile, e i prezzi sono un po’ oltre la media, ma cibo e bevande sono ben presentati. Purtroppo la visita non è stata dettagliata, ma contiamo di tornarci alla prossima.

Vivande: ***?

Vino: ****?

Ambiente: ****

Servizio: ***

Pubblicità
Published in: on dicembre 11, 2022 at 2:56 PM  Lascia un commento  

Medeazza

Riceviamo e pubblichiamo:

_

L’osmiza Boris riaprirà da giovedì 8 a domenica 18 dicembre.

Ti aspettiamo!

Patrizia & Boris

Published in: on dicembre 8, 2022 at 12:38 PM  Lascia un commento  

Medeazza

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

MEDEAZZA 7, DUINO AURISINA (TS)

Anche quest’anno riapriamo Osmiza Boris per la stagione estiva con formula agrituristica.
Da venerdì 8 luglio fino a domenica 28 agosto ci trovi aperti ogni fine settimana, venerdí, sabato e domenica!

Published in: on luglio 6, 2022 at 4:15 PM  Lascia un commento  

Medeazza

Riceviamo e pubblichiamo:

Riapriamo la nostra osmica da giovedí 21 aprile a domenica 1 maggio. Ben ritrovati!

Patrizia e Boris

Published in: on aprile 24, 2022 at 8:18 PM  Lascia un commento  

Zobin (Bagnoli / Boljunec)

Due recensioni in due giorni, come ai vecchi tempi, perché ben due osmize che non avevamo mai visitato sono spuntate nel comune di San Dorligo. Questa è nota ufficialmente come Zobin “& EPP”, una denominazione il cui senso al momento ci sfugge, ma sulla frasca sulla strada è denominata “Blunc”, e forse anche in un altro modo con dovizia di apostrofi. Comunque sia, per raggiungere il luogo in questione dovrete addentrarvi nel cuore complicato di Bagnoli: dopo molte svolte, si raggiunge una stradina bianca, alla fine della quale ci si trova in un appezzamento rurale sorprendentemente ameno, dati gli scempi cui è stata sottoposta buona parte dell’area pianeggiante di questo comune. Qui si può quasi dire di essere in aperta campagna, e una delle file di tavolini si trova nel bel mezzo degli ulivi, con vista su prato e vigne. Questa zona è gradevolissima; poi c’è un piano rialzato con altri tavolini, e un interno molto ben curato. La scelta è ampia, più del solito, e dispiace aver fatto una visita in stile toccata e fuga. A dirla tutta siamo passati lì solo per un dolce e un calice di vino da dessert: una visita, quindi, del tutto inadeguata a farsi un’idea delle offerte principali, ma abbiamo pensato di documentarla. Per il dolce abbiamo preso una delle ricotte dolci, quella al miele, saporita e ben presentata in stile “borghese” o come volete chiamarlo: noi intanto apprezziamo. Il moscato è promettente al naso, ma poi risulta un po’ amarognolo al palato. Prezzi altini, servizio competente e cortese, non rapidissimo. Un posto che sicuramente varrà la pena di rivisitare per una rassegna più completa.

Vivande: ***?

Vino: ***?

Ambiente: ****

Servizio: ****?

Published in: on aprile 17, 2022 at 7:14 PM  Lascia un commento  

De Lišo (San Dorligo / Dolina)

Arriva in trionfo una nuova recensione dopo secoli (noi non moriamo mai) per darvi contezza di questa nuova osmiza aperta per la prima volta l’anno scorso, e or ora visitata da Frascheprivateosmize: bello vedere che almeno alcune nuove aperture vanno a compensare in parte la perdita di tanti locali negli ultimi anni, anche e soprattutto nella zona di San Dorligo. A questo locale si arriva con una stradina in salita da una piazzetta del paese, quella con la fonte, e la vista si spalanca repentina sulla vallata verso Trieste e, in mezzo, l’atroce zona industriale, da cui seppur relativamente lontana giungono di tanto in tanto olezzi che non conciliano l’appetito. Per il resto il panorama è ragionevolmente verdeggiante, con le pendici del Monte Carso da un lato e un po’ di campagna residuale dall’altro. Non c’è interno aperto al pubblico per quanto abbiamo visto; ci sono però un buon numero di tavoli all’aperto, alcuni all’ombra di tendoni, altri in un cortiletto dotato di albero e fiancheggiato per tre lati da muri, dal quale si piazzano anche gli ordini e ci si gode il viavai della clientela, che sembrerebbe perlopiù non del genere “fighetto”, che vi piaccia o no. La visita è stata solo una e molto parziale, quindi per ora le valutazioni sono provvisorie e punteggiate di interrogativi più o meno angoscianti, ma, per ora, possiamo dire che il sottoguanciale è risultato discreto, ma forse troppo pepato, e per i sottoli ci sono arrivati tre pomodorini dolciastri, gradevoli, ma speravamo di provare una gamma un po’ più ampia della produzione locale. Il refosco è bevibile, nella media della zona. I prezzi sono un po’ più alti di quanto si aspetterebbero degli inveterati carsolini. Il servizio è ragionevolmente celere. Ripetiamo, un’altra visita sarà necessaria per farsi un’idea più precisa, ma nel frattempo il Lišo e la sua gang potranno accumulare esperienza.

Vivande: ***?

Vino: ***?

Ambiente: ***

Servizio: ***?

Published in: on aprile 16, 2022 at 8:15 PM  Lascia un commento  

Medeazza

Riceviamo e pubblichiamo:

11-23 Dicembre

Medeazza 7, Duino Aurisina TS.

Informazioni e prenotazioni: 3333649175 / 040208375

L’osmiza Boris riaprirà da sabato 11 a giovedì 23 dicembre.

Ti aspettiamo!

Patrizia & Boris

Published in: on dicembre 9, 2021 at 6:22 PM  Lascia un commento  

Medeazza

Riceviamo e pubblichiamo:

Osmiza Boris riaprirá da giovedí 11 a domenica 21 novembre.

Ti aspettiamo!

Patrizia & Boris

Published in: on novembre 10, 2021 at 8:37 am  Lascia un commento  

Pr’ Duhtrji (Sales / Salež)

Una nuova recensione, dopo chissà quanto, per coronare una visita a una nuova osmiza che ha avuto il coraggio di aprire per la prima volta in questo periodo. Anche soltanto per questo motivo, naturalmente, i gestori meritano tutto il nostro apprezzamento, pur al netto delle obiezioni che andremo a fare. Il posto si trova quasi accanto all’agriturismo Skerlj, e o nello stesso posto o nella casa accanto un’altra osmiza che ricordo vagamente da una dozzina di anni fa, e che mi fece un’ impressione negativa di garage tonitruante, anche se non fu mai fatta una recensione all’epoca. Se è quella, il luogo è stato ristrutturato ed è al momento abbastanza gradevole, seppur non molto ricco di personalità, con un ampio giardino erboso con vista piscina e un interno se non altro ordinato, seppure un po’ triste. L’offerta è standard, e per il momento ne abbiamo provata solo una piccola parte: un prosciutto crudo apprezzabile e dei sottoli che invece non ispirano (la qualità dell’olio adoperato non sembra essere delle migliori). Il vino bianco e rosso sono senza infamia e senza lode, così come il pane. Il servizio sembra scontare una certa inesperienza, ma alla fine ci si arrangia, e i prezzi sono onesti. Un inizio discreto per un’osmiza che speriamo si sviluppi in una realtà affermata.

Vivande: ***

Vino: ***

Ambiente: ***

Servizio: ***

Published in: on agosto 13, 2021 at 9:26 PM  Lascia un commento  

Medeazza riparte

Solo quattro osmize aperte per il momento, ma sicuramente altre se ne aggiungeranno.

Per ora, riceviamo e volentieri pubblichiamo questo annuncio dall’osmiza Boris Pernarčič:

Riapriamo la nostra osmica da mercoledí 28 aprile a venerdí 7 maggio. Ben ritrovati!

Patrizia e Boris

Published in: on aprile 27, 2021 at 10:01 am  Lascia un commento